Orchestra Lirico Sinfonica Francesco Cilea Palmi


Vai ai contenuti

Articoli

Rassegna Stampa

In occasione del Centoquarantesimo anniversario della nascita del Maestro Francesco Cilea, l'orchestra Lirico Sinfonica di Palmi, che vanta 25 anni di esperienza e di proficua attività e che porta il suo nome ha aperto la stagione concertistica con l'omaggio a Cilea, nello splendido scenario del teatro all'aperto di località Motta di Palmi città, che ha dato i natali al nostro musicista.

Nel corso della serata l'orchestra diretta dal maestro Francesco Maria Vadalà, ha eseguito musiche di Rossini, Bellini, Bizet, Verdi, Puccini, Mascagni, Morricone, naturalmente di Francesco Cilea e del repertorio classico napoletano.

Molto apprezzate le performance del tenore Gaetano Terrarosa e del famoso soprano Francesca Canale. Degno di nota il fuori programma offerto dal Maestro Salvatore Idà, che avendo trascritto alcune arie di operette per orchestra e canto ha accettato, da cittadino palmese, di dirigere l'orchestra nell'esecuzione dei brani.

Il concorso lirico,primo "Festival Ruggero Leoncavallo", che si è tenuto a Montalto Uffugo dal 3 settembre, ha chiuso le apprezzate manifestazioni dell'estate montaltese del 2000, anche se si è tenuta una appendice il 16 settembre con la rappresentazione in prima regionale assoluta della "Bohème" di Leoncavallo.

Il concorso lirico è stato fortemente voluto dall'amministrazione comunale che di Leoncavallo e della sua opera, in modo particolare "Pagliacci", ha ormai fatto il simbolo della crescita e della promozione culturale e turistica della nostra cittadina.

L'organizzazione del concorso è stata curata dall'assessore alla cultura insieme con l'Associazione musicale lirico-sinfonica "Francesco Cilea" di Palmi, diretta dal Prof. Giuseppe Militano, e dall'accademia montaltina degli Inculti, che hanno curato rispettivamente la parte musicale e la parte convegnistica del Festival.

Il programma piuttosto ricco di appuntamenti ogni anno prevede: MostreEsibizioni dei concorrenti, artisti provenienti da tutte le parti dell'Ilatia e non ultimi vanno annoverati molti artisti tranieri.

Il 3 settembre fase conclusiva, sempre nella splendida scalinata che fa da cornice al Duomo in stile barocco, saranno rappresentate le varie opere che hanno reso famoso Leoncavanno non ultima "Pagliacci", che Leoncavallo scrisse prendendo spunto da un fatto di sangue accaduto a Montalto, dove il grande maestro soggiornò dal 1862 al 1868.





Chi Siamo | Appuntamenti 2009 | Appuntamenti 2011 | Appuntamenti 2013 | Rassegna Stampa | Concerti | Dove Siamo | Privacy Policy | Contatti | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu